Forma o contenuto?

Cosa è più importante per il tuo progetto?

marzo 30, 2016/0/0

Talvolta ci si rende conto che lo spazio in cui abitiamo non è sufficiente. Del resto la vita evolve e possono cambiare le proprie esigenze. Oppure è il mondo intorno a noi a cambiare e quello che andava bene prima ora ci sta stretto.

Mi sta capitando a casa: la piccola Agata e tutto quello che porta con sé hanno reso l’appartamento troppo piccolo e allora diviene naturale cercare una casa più grande, più adatta alle nostre rinnovate esigenze.

Mi capita anche sul lavoro: il sito internet, che sino a qualche tempo fa era uno spazio adeguato per poter comunicare, diventa uno spazio troppo stretto e allora si cercano nuovi locali che possano adeguatamente sostenere il racconto che si vuole fare.

Proprio in questi mesi mi è capitato due volte di trovarmi nella necessità di estendere il racconto all’interno di progetti di comunicazione che sto seguendo.

Un blog davvero “extra”

Il primo caso è stato in relazione al progetto di comunicazione che conduciamo per il Cliente Archeide. In questo caso era sorta l’esigenza di trovare un nuovo spazio che consentisse di raccontare non solo i servizi offerti dall’azienda ma anche l’approccio stesso alla materia, un approccio veramente al di fuori degli schemi e privo di qualsiasi vincolo o dipendenza.

Essere indipendenti prevede anche la possibilità di raccontare la finanza in maniera differente e il blog EXTRA, collegato comunque al sito di Archeide, permette di ospitare questo racconto e di creare opportunità di networking molto interessanti.

extra

Extra sta evolvendo da semplice blog diventando anche il “cappello” per organizzare eventi che possono estendere gli approfondimenti dal mondo della finanza ad altri aspetti della vita. A breve sarà on line il nuovo evento di Extra by Archeide.

Tutto ciò è possibile perchè in effetti la finanza è un aspetto della vita che, al di là degli aspetti meramente tecnici, impatta pesantemente su tutta la nostra vita.

La vita è meglio di una serie TV

Il secondo esempio di cui voglio parlarvi è legato al nostro metodo Experio. Per poter raccontare meglio i concetti che stanno alla base del progetto (“il miglioramento” e “l’esperienza”) abbiamo voluto creare Better Things, un semplice Tumblr in cui ospitare interviste alle persone che abbiamo la fortuna di incontrare, chiedendo che cos’è per loro l’esperienza e in che modo essa è alla base del loro percorso di miglioramento.

betterthings

Come si vede abbiamo scelto di vestire il sito richiamandoci alla serie televisiva “Stranger Things”, sia perchè a livello di copy il nome Better things si sposa proprio bene con lo spirito dell’iniziativa, sia perchè quella serie televisiva ha tanti punti di contatto con i concetti di esperienza e miglioramento (e lo raccontiamo proprio nel primo articolo).

E tu non hai mai pensato che il tuo sito internet non è più sufficiente a raccontare la tua azienda?

Navigation